Migliore SEO Tool gratis di ricerca parole chiave con volumi di traffico

In questo articolo ti segnalo un ottimo SEO Tool gratuito, per fare la ricerca delle parole chiave con i volumi di traffico per ciascuna keyword!

La ricerca di parole chiave (detta in gergo Keyword Research) è uno dei fondamenti della SEO. Per un consulente seo come me, è l’attività basilare di ogni mio lavoro.

Si tratta di una tecnica finalizzata a trovare, analizzare e utilizzare le frasi che gli stessi utenti vanno ad utilizzare per soddisfare i loro bisogni (o cercare informazioni) su Internet.

Ti piacerebbe avere subito il tuo sito tra le prime posizioni di Google? Contattami subito per una consulenza gratuita e senza impegno.

E’ una sorta di linguaggio parallelo che è necessario conoscere ed acquisire, con precisione, per ottimizzare i tuoi contenuti e farsi trovare dai potenziali visitatori.

Ma andiamo subito al sodo e scopriamo qual’è (secondo me) il miglior seo tool gratuito per la ricerca delle parole chiave con i volumi di ricerca!

Ahrefs Keyword Generator: una panoramica

Link: Ahrefs Keyword Generator

ahrefs keyword generator

Ed eccoci a parlare di quello che secondo me, a livello puramente gratuito, è il migliore strumento di ricerca delle parole chiave. Non tanto per le funzionalità che offre, ma per la bontà dei dati che fornisce.

Ahrefs è la migliore suite seo a livello mondiale. Per alcune funzioni è anche più efficiente di Google stesso.

Contiene un archivio immenso di dati, che nessun altro strumento seo può vantare. Io stesso lo uso praticamente sempre, perché è veramente l’unico che fornisce dati completi e affidabili.

L’unico difetto è che tutta questa mole di dati ha un costo elevato.

Ma questo strumento seo per fortuna è totalmente gratuito, non necessita di registrazione, e devo dire che funziona anche molto bene!

In pratica nella barra di ricerca si inserisce la keyword, e si ottengono dei dati davvero molto interessanti.

Te lo consiglio vivamente, poiché è ottimo per:

  • conoscere gratuitamente e in un istante, il volume di ricerca di una keyword
  • analizzare in modo molto esaustivo un argomento, con un prospetto di tutte le ricerche che fanno gli utenti in merito ad esso.
  • ottenere delle idee di parole chiave o argomenti da poter utilizzare per sviluppare bene un topic
  • conoscere quanto sia difficile arrivare nelle prime posizioni di una keyword
  • analizzare le domande che gli utenti pongono in relazione all’argomento, anche queste con i volumi di ricerca ( cosa che altri tool come Answerthepublic non fanno).

Come si utilizza Ahrefs Keywords Generator

La cosa bella di questa strumento, è che non solo ti da accesso al più completo database di parole chiave a livello mondiale, ma è anche semplicissimo e veloce da usare.

Anzitutto non richiede la registrazione! Quindi in un attimo lo utilizzi senza doverti sottoporre ad (inutili) registrazioni solo per spillare il tuo indirizzo email

Per iniziare dovrai semplicemente:

  • Inserire nella barra di ricerca l’argomento o la parola chiave che vuoi analizzare;
  • Scegliere la nazionalità (in pratica ci sono tutte le lingue del mondo);
  • Cliccare il flag di Captcha

Otterrai così tutti i dati che ti servono in un attimo. Inoltre puoi anche esaminare la scheda delle domande riferite alla tua keyword, in questo modo puoi capire meglio quali sono i bisogni degli utenti legati all’argomento che stai analizzando.

Perché la ricerca delle parole chiave è importante

Le keywords rappresentano una sorta di arma segreta, attraverso la quale si potranno mettere in azione tutte le cosiddette buone pratiche di ottimizzazione SEO.

In pratica attraverso questo linguaggio, l’utente che si rivolge al motore di ricerca, per una sua necessità, entra in contatto con chi mette il proprio sito nel web.

L’importanza delle keyword, non si palesa soltanto dal fatto che esse sono le parole che verranno digitate dall’utente sul motore di ricerca, al fine di reperire un servizio o un prodotto, ma anche da altri importanti attributi.

Una keyword è infatti composta da una o più parole che hanno un significato a volte diverso dal senso comune: si attribuisce a queste parole un’associazione con un particolare bisogno.

Più una parola sarà dettagliata, specifica, precisa e più si avvicinerà al bisogno dell’utente.

Ne consegue che maggiore sarà la precisione della parola chiave, nel descrivere il bisogno, e maggiore sarà anche il suo valore in termini di traffico potenziale.

E’ questa la grande forza della Long Tail Keyword, o in italiano, parola chiave a coda lunga; caratterizzate da bassi volumi di ricerca, ma migliori da soddisfare poiché evidenziano un intento di ricerca ben preciso.

Facciamo degli esempi concreti, onde evitare di perderci dentro alle formulazioni teoriche.

Se utilizziamo la parola chiave “albero” stiamo utilizzando una keyword molto generica e che non definisce a dovere un bisogno ben preciso.

Se invece utilizziamo “albero di natale” già riusciremo a circoscrivere maggiormente di cosa necessita l’utente. Se poi, andremo ad utilizzare una parola chiave come “albero di natale vero a Firenze” avremo una keyword piuttosto specifica, che va davvero a identificare il bisogno dell’utente.

Grazie al corretto utilizzo delle Keyword è possibile ottenere un miglior posizionamento nei motori di ricerca, andando dunque ad aumentare la visibilità del sito.

Ma non solo quantità, anche qualità. Perché grazie alle keyword è possibile non soltanto aumentare il vostro pubblico potenziale ma anche selezionarlo meglio proprio perché si riesce ad andare a soddisfare il bisogno specifico.

Una buona parola chiave, adoperata all’interno di una strategia di Search Engine Optimization, riesce a far risalire la china dei ranking dei motori di ricerca ad un sito web.

A cosa serve conoscere i volumi di ricerca di una keyword? 

Iniziamo con il dire che il volume di ricerca indica il numero di ricerche medio effettuate per una determinata parola chiave. In base alla specificità della keyword è possibile fare una prima scrematura, che andrà a dividere le parole chiave in tre gruppi.

  • Main keyword, sono queste parole chiave composte da un solo termine, che hanno un alto volume di ricerca, e una elevata concorrenza. Il termine “Main” si riferisce al fatto che si tratta della “radice” o della “punta dell’iceberg” di tutto l’argomento che essa rappresenta. Ad esempio se si usa la parola “marketing”, oppure “seo“, siamo davanti ad una delle regine delle Main Keyword.
  • Keyword a coda media, sono queste parole chiave di ricerca più specifiche, composte da 2 o 3 termini. Vi è meno concorrenza rispetto alla “Main”, e volumi di ricerca più bassi.
  • Keyword a coda lunga (long tail), in questo caso ci si trova di fronte a ricerche iper-specifiche composte da 4 o più parole. La concorrenza sarà molto più bassa, e solitamente di tipo transazionale. In questo ambito si ha molta conversione tra ricerca e risultato raggiunto.

Risulta evidente che investire in parole con alto volume di ricerca è un’ambizione importante ma che difficilmente può rivelarsi davvero redditizia, almeno per i clienti medi.

Nell’esempio sopra riportato, se abbiamo una pizzeria a Firenze, investire sul termine “pizza” diventa dispersivo e difficilmente utile. Sarebbe meglio optare per keyword a coda media e a coda lunga.

Ad esempio, all’interno di una strategia SEO ben sviluppata si potrebbe pensare a “pizza Firenze centro storico”, che senza dubbio offrirà maggiori opportunità di conversione.

Quindi conoscere il volume di ricerca di una determinata keyword è di fondamentale importanza per valutare sia il pubblico che potenzialmente si può raggiungere, sia la concorrenza che si dovrà affrontare e le aspettative di conversione dalla ricerca.