Vai al contenuto

Redirect 301 e 302: Cosa sono, quando usarli

redirect 301

Se devi fare un reindirizzamento ma non sai se utilizzare un redirect 301 oppure il redirect 302, sappi che non sei il solo. Molti webmaster si trovano a dover utilizzare il primo o il secondo senza sapere esattamente il motivo.

In questo articolo analizzerò cosa sono, quali sono le principali differenze tra redirect 301 e 302, quando usare l’uno o l’atro, come usarli e perchè.

Cos’è un redirect e a cosa serve

Nella sua forma più semplice, un “reindirizzamento” è un sistema per inviare in modo diretto sia gli utenti che i motori di ricerca, ad un URL diverso da quello originariamente richiesto”.

Ti piacerebbe avere subito il tuo sito tra le prime posizioni di Google? Contattami subito per una consulenza gratuita e senza impegno.

Potresti voler reindirizzare una pagina per una serie di motivi, tra cui:

  • L’URL originario è “broken” (ossia la pagina di destinazione non esiste più).
  • Hai un nuovo sito web o una nuova pagina.
  • Stai riparando una pagina web, e vuoi che gli utenti accedano a una pagina diversa mentre quella vecchia è in costruzione.

Lo scopo del redirect influisce sicuramente su quale tra i due scegliere. È importante conoscere la differenza, perché la scelta dell’opzione sbagliata potrebbe influire sui tuoi sforzi SEO. Se non sai bene di cosa hai bisogno, ti suggerisco di rivolgerti ad un bravo consulente SEO.

La scelta del reindirizzamento corretto ti garantisce di mantenere inalterato il tuo posizionamento sui motori di ricerca, e di continuare a consolidare la reputazione positiva che hai costruito per il tuo marchio attraverso i backlink e la creazione di contenuti di valore.

Ma la domanda è: qual’è il redirect è il migliore per la SEO?

Che cos’è il Redirect 301

Un redirect 301 informa i motori di ricerca che un sito Web o una URL, sono stati spostati ad un altro indirizzo in modo permanente .

Permanente significa circa un anno o più (in teoria per sempre). Dopo un anno puoi rimuovere il redirect, come spiegato dallo stesso Jhon Mueller di Google. Per cui dopo tale periodo, controlla se le persone vengono ancora reindirizzate al tuo sito.

Se lo sono, scopri da dove provengono e prova a correggere la fonte prima di annullare il reindirizzamento.

Quando usare il redirect 301?

Molte persone utilizzano questo tipo di reindirizzamento quando acquistano domini che desiderano inviare al loro dominio principale (errori di ortografia di un marchio, variazioni del brand o domini “recuperati” con “autorità di dominio” elevata).

È anche utile utilizzare un redirect 301 per stabilire qual’è l’indirizzo predefinito del tuo sito, ad esempio: “tuosito.it che punta a “www.tuosito.it”.

Le persone tendono a tralasciare il “www” quando scrivono o digitano i nomi dei siti Web, quindi un reindirizzamento permanente garantirà che finiscano sul tuo sito anche se dimenticano di digitare “www”.

Inoltre senza questo redirect rischi di avere due copie identiche di tutto il tuo sito, creando una grave situazione di contenuti duplicati.

È anche appropriato utilizzare un 301 se hai unito due siti Web, o hai URL obsoleti per qualsiasi altro motivo.

Che cos’è un Redirect 302?

Un redirect 302 informa i motori di ricerca, che un sito Web o una pagina è stata spostata temporaneamente, e che quindi tornerà al suo indirizzo originario.

Quando dovresti usare i reindirizzamenti 302?

Utilizzerai questo tipo di reindirizzamento se desideri indirizzare gli utenti a un nuovo sito provvisiorio, oppure ad pagina per un breve periodo di tempo, ad esempio quando stai riprogettando o aggiornando il tuo sito web.

Utilizza un reindirizzamento di tipo 302 solo se hai intenzione di ritornare indietro alla vecchia pagina. 

Potresti anche utilizzare un reindirizzamento 302 per testare una nuova pagina, e ottenere un feedback da parte degli utenti, senza danneggiare il posizionamento dalla pagina originale.

In che modo i due redirect influiscono sulla SEO?

Quando utilizzi un redirect 301, Google rimuove la vecchia pagina dal suo indice, e il suo trust viene trasferito su quella nuova.

Detto questo, è importante notare che ogni volta che sposti una pagina da un URL a un altro, i motori di ricerca impiegheranno un po’ di tempo per notare il cambiamento, e vedere qualsiasi potenziale impatto/cambiamento nelle classifiche.

Se utilizzato correttamente, un redirect 302 non danneggerà i tuoi sforzi SEO.

Quando scegli questo tipo di reindirizzamento, la pagina originale rimane indicizzata in Google e nessun valore viene trasferito al nuovo URL, poiché Google sa che questo è solo un puntamento temporaneo. 

In questo modo manterrai il posizionamento della pagina originale inalterato.

I problemi iniziano a sorgere, quando le persone non conoscono bene la differenza tra i due puntamenti, e scelgono un 302 per reindirizzare un sito in modo permanente.

Fondamentalmente, quello che stanno facendo è creare un nuovo sito Web o una nuova pagina, e non trasferire nulla del valore che hanno accumulato nel tempo. Per cui tutto il trust rimane all’url originale, senza che venga trasferito su quella nuova, costringendo il webmaster a ripartire da zero.

Ecco perché è importante capire la differenza tra un 301 e un 302, e quando è opportuno usarli

Come implementare i due reindirizzamenti nel tuo sito

Secondo Google per “implementare un reindirizzamento 301 nel tuo sito web” avrai bisogno dell’accesso al file .htaccess, nel caso il tuo server si basi su Apache.

Se non sei sicuro di come farlo, offrono un tutorial Apache e una guida alla riscrittura degli URL . Se il tuo server non funziona su Apache, dovrai contattare il tuo host per ricevere indicazioni.

Se il tuo sito utilizza WordPress, puoi sfruttare i seguenti plugin che hanno lo scopo di rendere il reindirizzamento il più semplice possibile.

Alcuni plugin utili sono:

  • Redirection : uno dei migliori per la creazione dei reindirizzamenti 301 e agli errori 404.
  • Simple 301 Redirection: funziona solo sui reindirizzamenti 301, ma funziona molto bene.
  • SEO Redirection: questo plugin ti aiuta a creare sia redirect 301 che 302.

.